Fare un circolo

“Vogliamo fare qualcosa di concreto per aiutare chi è in difficoltà, vogliamo provare
a cambiare il mondo impegnandoci in prima persona… come possiamo fare?”
“Abbiamo la passione del cinema, vorremmo organizzare delle piccole proiezioni,
e un ciclo di incontri. ma come si fa a ottenere una sede?”
“Siamo un gruppo di musicisti che vogliono suonare e provare,
e invitare altri amici ad ascoltare ma non sappiamo dove andare…”

Molte volte abbiamo risposto a queste e a tante altre domande.
La risposta è semplice.
Se tu e i tuoi amici avete un interesse, una passione, la voglia di mettersi in gioco, potete costruire un’associazione e diventare un Circolo Arci.
Costruire una associazione dà al vostro progetto gambe solide su cui camminare, può essere una grande esperienza di vita, costruisce relazioni e può essere un momento formativo importante anche dal punto di vista lavorativo
Aderire all’Arci vi permette di entrare nella più grande rete associativa di cultura e solidarietà del nostro paese.

Ma cos’è un circolo?
E’ un’associazione senza fini di lucro fra persone che vogliono promuovere insieme un’attività culturale, ricreativa, di solidarietà, sportiva, ecc..
L’Atto costitutivo è l’atto di nascita dell’associazione, e lo Statuto è l’insieme delle norme che regolano la vita del circolo, che valgono per tutti i soci.
Dal punto di vista giuridico, il circolo Arci è una associazione non riconosciuta, associazione di promozione sociale (A.P.S.) ai sensi della Legge speciale 383/2000, ente non commerciale le cui finalità socio-assistenziali sono ricononsciute dal Ministero degli Interni.
Ogni circolo è autonomo nelle proprie decisioni e nelle proprie obbligazioni verso terzi, nella consapevolezza però di essere parte di una rete nazionale che offre opportunità ma anche alcuni vincoli.
In questo senso ogni Circolo fa riferimento al Comitato Territoriale Arci del proprio territorio, che è l’organismo di direzione e coordinamento di Arci a livello provinciale, nel quale i circoli hanno il diritto e il dovere di eleggere i propri rappresentanti e dirigenti nel Consiglio Direttivo Territoriale.

E come funziona?
L’affiliazione è l’atto di iscrizione e di adesione del circolo ad una associazione nazionale, nel cui statuto il circolo stesso si riconosce.
La tessera sociale documenta l’iscrizione del socio al circolo e all’associazione nazionale, ne rappresente l’adesione ideale al patto associativo e consente di partecipare alle iniziative e alle attività del circolo e dell’’associazione di riferimento.
Il socio in regola con il pagamento della quota sociale può partecipare alle attività circolo, può eleggere ed essere eletto negli organi di rappresentanza dello stesso e partecipare alla programmazione delle attività dell’associazione.

Chi prende le decisioni?
Per quanto riguarda la vita associativa, l’Assemblea dei soci è l’organo sovrano del circolo: è costituita da tutti i soci del circolo, delibera sulle linee di indirizzo del circolo, sul programma annuale delle attività, approva il rendiconto economico finanziario ed elegge i propri rappresentanti nel Consiglio Direttivo.
Il Consiglio Direttivo del Circolo, organo di governo dell’associazione, predispone e applica il programma sulla base delle indicazioni dell’assemblea ed elegge al suo interno il Presidente, che è di norma il legale rappresentante dell’associazione.

Chi può frequentare i locali e le attività del circolo?
Sono autorizzati a frequentare i locali e le attività i soci del circolo in regola con il pagamento della quota sociale; è inoltre facoltà del circolo consentire l’accesso ai soci dell’associazione nazionale cui esso aderisce.

Quando si può costituire un circolo?
Un circolo non è un negozio o un bar, ma nasce dall’iniziativa di cittadini che, senza fini di lucro, si associano per sviluppare un comune interesse, quindi non ci sono “padroni” o “soci fondatori” (dotati cioè di diritti particolari). …ma si può lavorare in un circolo e ricavarne un proprio compenso in modo del tutto legittimo.
E’ possibile attraverso le forme consentite dalla legge, che vanno dal lavoro dipendente ai diversi tipi di collaborazione con la stipula di contratti legati alle mansioni richieste dallo svolgimento delle attività.
E se diventi un circolo Arci, da noi troverai sostegno, consulenze, servizi, consigli:

  • consulenza (legale, fiscale, associativa) sulla normativa in vigore;
  • assistenza legale e servizi assicurativi
  • convenzioni commerciali per gli acquisti
  • sostegno alla progettazione di attività culturali e di promozione sociale

Mi interessa, chi contatto?
Vieni a trovarci presso la sede di Arci Cremona Comitato Territoriale

Corso XX Settembre, 60 – 26100 Cremona
tel. 0372 456371
e-mail cremona@arci.it

Orari di segreteria
LUNEDÌ – MERCOLEDÌ – VENERDÌ ore 9:00 – 13:00
MARTEDÌ – GIOVEDÌ ore 14:30 – 18:30
Orari di apertura al pubblico
MARTEDÌ – GIOVEDÌ ore 14:30 – 18:30
VENERDÌ ore 9:00 – 13:00

Rispondi